Chi siamo

L’Associazione Condividere la strada della vita Brescia nasce da familiari di vittime della strada, perché nessuno meglio di chi sulla strada ha perso la salute, o dei familiari di chi ha perso la vita, può testimoniare quanto siano gravi il lutto e la perdita per la famiglia e per la società, e che a questo primario diritto di testimonianza corrisponde il dovere morale che la stessa sorte non tocchi ad altri innocenti.

L’associazione, dal carattere esclusivamente regionale, fa parte della Consulta regionale e provinciale per il Piano della Sicurezza Stradale e in qualità di associata interviene alle cerimonie di inaugurazione dell’Anno Giudiziario della Corte d’Appello di Brescia. Rigorosamente apartitica e sostenuta soltanto dal lavoro appassionato dei volontari, l’associazione Condividere la strada della vita Brescia svolge attività di collaborazione, organizza convegni e manifestazioni di piazza, lancia iniziative; entra nelle scuole di ogni ordine e grado per fare prevenzione, aggiorna e diffonde il proprio documento programmatico, ma soprattutto lavora per diffondere il valore della vita. Lo fa sollecitando le amministrazioni locali ad un impegno costante per ridurre gli incidenti stradali, da raggiungere attraverso una corretta gestione della sicurezza stradale, un maggiore controllo da parte delle forze dell’ordine e la continua manutenzione delle strade per assicurare una città vivibile per l’uomo. La presenza dell’Associazione su tutto il territorio provinciale permette un’ampia diffusione della voce delle vittime e dei familiari e, nel contempo, ne arricchisce le azioni e le proposte, vagliate o elaborate dal consiglio direttivo e dai suoi gruppi di lavoro.

Sulle strade si registrano cifre da guerra: ogni anno in Italia più di 4.000 persone sono vittime di incidenti stradali, oltre 20mila diventano invalidi gravi, più di 300 mila ne escono ferite, e altrettante famiglie pagano le conseguenze sociali ed economiche di questo tragico elenco. Il dolore vissuto non solo in chiave intimistica, come accettazione di un accaduto ormai irreparabile, ma anche nella sua dimensione sociale di mancata rassegnazione di fronte a ciò che offende i valori, diventa leva per un cambiamento che riguarda l’interesse di tutti e a cui tutti sono chiamati a partecipare: dal dolore la forza della solidarietà, l’impegno per la vita, la cura dell’altro. La testimonianza dell’Associazione diventa una chiamata all’azione per tutti: a partecipare per rafforzare la solidarietà, a dare voce al silenzio, a contribuire a risolvere il grave problema delle stragi stradali, a difendere i valori e far crescere la civiltà, perchè il progresso non si rivolga contro l’uomo.

10000
Studenti formati

84
Morti nel 2015

400
Volontari dell'associazione

Vuoi diventare un volontario dell’associazione?

Unisciti al gruppo di volontari che ogni anno collabora con la nostra associazione. Abbiamo bisogno di ogni genere di talento, da quelli professionali a quelli umani. Per ottenere maggiori informazioni

Contattaci